Immagini-social-

Bentornati! Anche questa settimana parliamo di Social Network, ti ricordi dell’articolo della settimana scorsa?

Abbiamo parlato a lungo di Twitter e della sua importanza per essere popolari in rete, ma la settimana precedente abbiamo visto Instagram, il social che comunica per immagini.

Oggi vogliamo approfondire questo argomento: quanto conta saper scegliere le immagini e quali utilizzare per i nostri post?

Le immagini sui social network rappresentano un contenuto imprescindibile: è statisticamente provato che i post senza immagini, dotati solo di testo, coinvolgono di meno. Ad esempio, su Facebook i post con immagini sono condivisi il 40% in più rispetto ai post di solo testo.

Pensate all’enorme successo di Instagram: esso indica il necessario bisogno dell’essere umano di comunicare attraverso l’immagine. Il nostro cervello capisce ed elabora più velocemente le immagini rispetto al testo.

Ora sapete che dovete creare anche immagini e grafiche per rendere la vostra strategia di content marketing il più incisiva possibile. Purtroppo, ogni social network prevede i propri formati. “Purtroppo” perché chi gestisce più canali di un brand si trova costretto a ridimensionare le immagini, adattandole alle misure previste del social su cui pubblicare.

Molto spesso, infatti, immagini che vanno bene per un social network, vengono tagliate in un altro. Fate una prova: postate un’immagine nel formato Pinterest su Facebook. Sarà piccola e sgradevole.

Se non sapete utilizzare Photoshop, esistono molti strumenti online che vi permettono di dimensionare le vostre immagini. Uno di questi è il tool online, Canva. Esso permette una vasta scelta di formati già pronti da utilizzare per i vari social network. Basterà cliccare sul tipo desiderato e si aprirà un formato in cui caricare l’immagine. Se non trovate il formato adatto potete usare le dimensioni personalizzate (“Use custom dimensions” in alto a destra).

Ora vediamo i vari formati previsti dai social network più utilizzati.

Facebook
Immagine profilo: 180×180 px
Immagine copertina: 851×315 px
Immagine link condiviso: utilizzate le dimensioni personalizzate 1200×627 px
(sono le dimensioni per il caricamento)
Immagini senza link: 800×800 px oppure 940×788 px

Twitter
Immagine profilo: 400×400 px
Immagine copertina: 1500×500 px
Immagine da condividere: 1024×512 px

Instagram
Immagine profilo: 110×110 px
Immagini 1080×1080 px

Google Plus
Immagine profilo: 250×250 px
Immagine copertina: 1080×680 px
Immagine: 497×373 px
Immagine con link: 150×150 px

Pinterest
Immagine profilo: 165×165 px
Immagine: 1100×735 px
Immagini copertina per le boards: 222×150 px

YouTube
Copertina canale: 2560 x 423 px.

Linkedln
Immagine profilo quadrata: 50×50 px
Immagine profilo orizzontale: 100×60 px

Cosa trasmettere attraverso le immagini: emozioni

Sui social network hanno successo le immagini che suscitano emozioni. Significa che le immagini che colpiscono sono quelle che stimolano i sensi e che permettono di identificarci, di ritrovare in esse una parte di noi stessi e della nostra storia. Quindi per fare branding con le immagini non bisogna utilizzare il materiale visivo solo per descrivere il prodotto e le sue caratteristiche ma per far esaltare i bisogni che quel prodotto soddisfa, i valori che quel prodotto veicola, lo stile di vita che quel prodotto evoca. Tutto questo punta al concetto di persuasione.

Le emozioni possono essere provocate dalle immagini attraverso i colori e le loro combinazioni. I colori caldi sono stimolanti ed evocano energia, sono coinvolgenti ed ispirano. I colori freddi inducono alla calma ed alla tranquillità, alla riflessione e ad uno stato di benessere.

Uno studio, chiamato “Impact of Color in Marketing”, ha dimostrato che il 90% delle decisioni di acquisto di tipo emozionale può essere condizionato dai colori del prodotto, del packaging, della pubblicità in base a queste caratteristiche dei colori:

rosso: crea un senso di urgenza ed è spesso utilizzato per i contenuti che raffigurano cibo;

blu: preferito dagli uomini, induce senso di calma e sicurezza. Può essere usato per comunicare l’affidabilità di un brand;

Verde: associato alla tranquillità, alla salute ed alla natura. Dona ai clienti un senso di relax e può essere usato per comunicare la solidità di un brand;

viola: associato alla maestosità ed al rispetto. Molto utilizzato per contenuti riguardanti la cosmesi e la bellezza;

giallo e arancione: sono colori che stimolano l’ottimismo e l’allegria. Comunicano una situazione di confidenza e complicità. Da bilanciare perché l’eccesso può portare ad una sensazione di ansia;

nero: associato all’autorità, forza, potere, eleganza e sobrietà. Spesso utilizzato per prodotti di lusso;

bianco: associato all’idea di purezza, pulizia, trasparenza e neutralità.

Quando componete una grafica oppure quando volete comunicare attraverso una fotografia scegliete i colori predominanti in base a quello che volete trasmettere e giocate anche sui contrasti perché essi hanno la capacità di far focalizzare l’attenzione su un singolo elemento. Utilizzate le varie tonalità di colore. Utilizzate i colori brillanti per amplificare le emozioni, per ottenere una reazione o una risposta da parte degli utenti. Se invece utilizzate tonalità pastello state comunicando un senso di distensione e morbidezza.

Oltre i colori, considerate anche questi elementi per rendere un’immagine o una grafica stimolante ed accattivante:

la simmetria: l’immagine che colpisce maggiormente l’attenzione è quella equilibrata dal punto di vista emotivo e visivo;

la gerarchia: occorre indicare l’ordine di importanza se sono presenti più elementi;

l’armonia: testi ed immagini devono essere armoniosi ed equilibrarsi;

la semplicità: un’immagine immediata e semplice cattura l’attenzione. Al contrario, se un’immagine risulta troppo ricca di elementi distoglie l’attenzione e provoca confusione circa il messaggio da  comunicare.

Alla luce di tutto questo, quali sono i contenuti visivi che funzionano di più sui social network? Eccoli:

fotografie: rappresentano il tipo di contenuto che meglio racconta una storia, che emoziona e che crea senso di appartenenza. Fotografie professionali rafforzano la brand reputation;

citazioni: veicolano la comunicazione dei valori del brand. L’immagine deve essere coerente con il significato espresso dal testo;

infografiche: traducono in contenuto grafico dati e numeri. Risultano quindi più coinvolgenti rispetto ad un freddo elenco di numeri;

screenshot: soprattutto quando i vostri contenuti sono tutorial, condividere uno screenshot è sinonimo di affidabilità e credibilità;

Fotografie personali e aziendali: nell’ambito del branding è molto importante comunicare il senso di vicinanza. E’ come dire: “siamo umani, proprio come te”. Questo si traduce in un alto tasso di engagement.

Un altro Social Network che vive di immagini è Pinterest, ma di questo parleremo la settimana prossima!

Seguiteci!

2 Commenti

  1. Interessante articolo, per il quale vi lascio anche i formati attuali dei profili su
    Musteus
    Immagine profilo: 196×196 px
    Immagine copertina: 1140×300 px

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here