Linkedin Strategie
3 Strategie LinkedIn per le piccole imprese

Antoine de Saint-Exupéry una volta disse: “Un obiettivo senza un piano è solo un desiderio”.

Questo concetto è vero, soprattutto nel mondo degli affari. Nella piccola e media impresa B2B, è necessario essere chiari non solo sui propri obiettivi, ma anche sul modo in cui si intende raggiungerli. Ciò significa che è necessario prevedere un piano ed è necessario considerare il tempo e le risorse per metterlo in pratica.

I piccoli  e medi imprenditori si devono occupare quotidianamente delle vendite, content marketing, contabilità, servizio clienti, ecc. Cercare di portare a termine tutti questi compiti può essere difficile, ma per fortuna, con obiettivi realisticamente raggiungibili, con un piano d’azione step by step e i giusti strumenti, puoi trasformare la tua visione in realtà.

Uno degli strumenti che possono aiutare a far crescere il tuo business B2B è LinkedIn.

Ecco 3 strategie LinkedIn che è possibile utilizzare al fine di stilare un piano di azione per il raggiungimento di  una serie di obiettivi aziendali.

1. Costruisci il tuo marchio professionale e personale

Creare un marchio professionale è vitale per un’azienda, tanto più per la creazione di relazioni su LinkedIn. Stabilire relazioni con i tuoi clienti, effettivi e  potenziali, è cruciale, perché le persone sono più propense a comprare da realtà che conoscono, che apprezzano e di cui si fidano.

Come piattaforma per professionisti aziendali, LinkedIn è la più efficace, utilizzata da tanti imprenditori per creare sia un profilo personale che una pagina aziendale. Entrambe queste risorse mostreranno sotto un’ottica professionale la tua persona e la tua attività, nei risultati di ricerca che appariranno su LinkedIn, come su Google.

Per creare un marchio potente, assicurati che il tuo profilo LinkedIn personale sia professionale e completo.

I visitatori del tuo profilo dovrebbero essere in grado di capire immediatamente a chi ti rivolgi, cosa offri e perché dovrebbero preferirti alla concorrenza. La tua credibilità può essere ulteriormente migliorata dalla sezione Referenze e Competenze del tuo profilo. Dovresti puntare ad almeno cinque raccomandazioni da parte di persone che hanno già avuto modo di trarre giovamento dal tuo lavoro.

E mentre il tuo profilo personale farà la maggior parte del lavoro su LinkedIn (perché le persone si connettono con le persone, non con i loghi), devi anche creare una pagina aziendale LinkedIn per la tua attività. Questo è importante, anche se sei un consulente o libero professionista.

Una pagina aziendale LinkedIn completa, con un logo appropriato, raggiunge due obiettivi:

  • Fornisce ulteriori opportunità per la tua attività commerciale nei risultati di ricerca per i servizi che offri
  • Garantisce la legittimità della tua azienda sia sul profilo personale che su quello dei tuoi dipendenti

2. Stabilisci la tua autorevolezza nel tuo campo

Questa strategia riguarda la promozione per farti conoscere e ottenere fiducia dai tuoi clienti ideali e per creare una rete di relazioni intorno al tuo marchio. Per conquistare la fiducia, devi dimostrare di sapere di cosa stai parlando. In altre parole, devi stabilire la tua autorevolezza nel tuo campo. Puoi farlo condividendo contenuti e risorse che abbiano valore per i tuoi clienti.

Quando si curano i contenuti, assicurati che gli articoli che condividi siano professionali e che risolvano un problema o lancino una sfida ai tuoi i clienti. Inoltre, fornisci la tua opinione, la tua visione sui temi che tratti. I tuoi clienti potranno trovare gli stessi contenuti anche altrove. Ciò che renderà unico il tuo post è la tua opinione su questi contenuti.

Se hai le competenze e le risorse, dovresti anche creare e condividere il tuo contenuto originale. Puoi postarlo come aggiornamento di stato o articolo. In ogni caso il contenuto che crei dovrebbe essere al 100% incentrato sugli interessi del tuo target.

Dovrai identificare i problemi tipici dei tuoi clienti e quindi creare contenuti che offrano le soluzioni a tali problemi. Se capisci da dove vengono, quali sono le loro motivazioni e parli la loro lingua, sarai in grado di connetterti con loro in modo significativo e creare fiducia.

Potresti non essere entusiasta di mettere a disposizione una guida completa per risolvere le loro sfide gratuitamente, ma se vuoi posizionarti come autorità e generare fiducia, devi essere disposto a condividere le tue conoscenze. Tieni presente che dovrai affrontare solo alcuni piccoli problemi nei tuoi contenuti: il tuo pubblico di destinazione avrà ancora difficoltà per cui sarà disposto a pagarti per poterle risolvere. Condividere i tuoi buoni consigli ti posizionerà come esperto e creerà più richiesta per ciò che offri. Ci saranno sempre  persone che hanno bisogno di affidarsi a un esperto per determinate mansioni, perché non hanno né il tempo né la l’interesse a farlo da soli. Quando decideranno di aver bisogno di un servizio o di un prodotto come il tuo, penseranno a te.

3. Trova nuovi clienti

Per la maggior parte delle piccole imprese, trovare nove occasioni di business e aumentare le vendite sono le priorità principali. Quando avrai creato con successo il tuo marchio e la tua autorevolezza su LinkedIn, sarai pronto per il terzo step e cercare nuovi clienti.

Per iniziare a generare i lead di LinkedIn cerca i titoli professionali (parole chiave) dei tuoi clienti ideali (ad esempio, Marketing Manager, VP Marketing, ecc.) nella Ricerca avanzata di LinkedIn.

Una volta trovata una chiave di ricerca che produce buoni risultati, fai una rapida ricerca su ciascun profilo per una possibile corrispondenza che soddisfi i tuoi criteri e per determinare il modo migliore per connetterti con loro.

Verifica anche se hai una connessione reciproca con loro: gli acquirenti hanno 5 volte più probabilità di interagire con te attraverso una connessione reciproca e l’84% dei responsabili delle decisioni B2B inizia il processo di acquisto con un referral.

Considera le persone con cui hai una buona relazione reciproca e invia un messaggio chiedendo loro se conoscono un’altra persona a cui vorresti essere introdotto. Se dicono di sì, chiedi loro se sono a loro agio nel fare una presentazione.

Crea il tuo piano con queste strategie LinkedIn per le piccole e medie imprese. Gestire una piccola impresa può essere una sfida, ma con un piano attuabile e gli strumenti giusti, puoi raggiungere importanti obiettivi di crescita. LinkedIn può essere uno strumento eccellente per aiutare la tua azienda in questo processo.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here