Condividere-newsletter-

Nell’articolo della settimana scorsa abbiamo visto l’importanza della newsletter, un modo diretto e personalizzato per fare web marketing in termini acquisizione di nuovi clienti e fidelizzazione di quelli già acquisiti.

Oggi continuiamo a parlare di Email Marketing: dopo aver visto quali sono gli elementi fondamentali di una newsletter di successo,  vediamo nel dettaglio come ottenere condivisioni con la nostra newsletter.

Praticamente tutti i plugin e servizi di newsletter offrono la possibilità di ottenere condivisioni sui social network e ottenere anche nuovi follower e fans a partire da essa. In questo caso, ci vengono in aiuto i bottoni di condivisione social, quelli che non dovrebbero mai mancare sotto i vostri articoli e post di blog.

Una prima e semplice funzione è quella di posizionare i bottoni di Like e Follow in fondo alla newsletter. Da qui una prima possibilità di ottenere più follower e fans alle pagine social aziendali, proprio come quando si posizionano i badge sul sito o blog, per consentire un collegamento più rapido tra sito e social e facilitare l’operazione di “Like” agli utenti.

Questo primo metodo consente di ottenere sui profili social dell’azienda un traffico di qualità poiché la lista dei contatti email, in quanto già iscritti alla newsletter, rappresenta un pubblico già interessato agli argomenti trattati. Ma un modo ancor più diretto per ottenere condivisioni è proprio quello di porre sotto ogni contenuto della newsletter il bottone per la condivisione sui social network.

Ad esempio MailChimp, uno dei più famosi ed utilizzati plugin per campagne di e-mail marketing, consente di inviare newsletter direttamente dal sito web se ospitato sul CSM WordPress. Tra le sue funzioni, comprende quella di inserire i bottoni di collegamento a Facebook, Twitter, Google Plus e Linkedln tramite bookmarks. Tuttavia, tramite una modifica al codice .php è possibile inserire anche  bottoni non di default, relativi per esempio a Pinterest e YouTube.

L’integrazione con i social media è una parte essenziale dell’email marketing poiché tramite essi è possibile promuovere le newsletter collegandole agli account Facebook e Twitter ma anche Google Plus e Linkedln. Questa operazione consentirà un notevole aumento di pubblico delle campagne email, con la conseguente possibilità di aumentare il numero degli iscritti, il numero dei follower, il traffico sul sito web ed in ultimo maggiori conversioni.

Inoltre, integrare tutti questi tipi di bottoni nell’e-mail marketing può aumentare la visibilità online, consente di coinvolgere gli iscritti in tempo reale e aumenta la durata online della campagna.

Inoltre, alcuni plugin di e-mail marketing e newsletter presentano nella dashboard la possibilità di condividere l’intera newsletter appena inviata alle proprie liste di iscritti anche sui social network e/o il sito web dell’azienda, tramite codice embedded oppure link. Quindi, in questo caso, una condivisione che non riguarda il lato utente/cliente, ma effettuata direttamente dal brand sui propri account. Questo rappresenta un ulteriore modo per ottenere visibilità, innescare un processo di condivisione e ottenere nuovi iscritti alle liste.

Ma è possibile anche fare il contrario: ottenere visibilità e condivisioni della newsletter a partire dai social network, Facebook in particolare. Facebook infatti offre la possibilità di inserire nella pagina aziendale un modulo di iscrizione alla newsletter, che compare nella colonna di sinistra alla voce “Applicazioni”. Entro questo tab è possibile inserire il modulo di iscrizione, dopo averlo collegato a Facebook, solitamente tramite app o codice, senza bisogno di avere particolari conoscenze tecniche.

Un altro metodo è rappresentato dai bottoni di Call to Action che Facebook ha introdotto circa due anni fa, quelli che si trovano nella parte inferiore a destra della foto di copertina. Qui è possibile scegliere il bottone con la Call to Action “Contattaci” oppure “Iscriviti” e scrivere l’URL di destinazione, che può essere appunto quello della newsletter. I dati di Insight monitorano i clic ricevuti nel corso dell’ultima settimana.

Non vi resta che mettervi all’opera!

Alla prossima!

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here