twitter

Twitter è il social network impostato sulle notizie e gli interessi. A differenza di Facebook, basato sulle relazioni, Twitter si basa sulla condivisione di interessi, settori di attività, condivisione di notizie e conoscenze.

E’ quindi uno strumento adatto alla ricerca di informazioni in tempo reale, facili e rapide da trovare rispetto agli altri social network. Uno strumento per informarsi, aggiornarsi, fare branding e mettere in atto strategie di marketing che ruotino intorno alla notizia e all’aggiornamento.

Gli italiani che usano la piattaforma continuano a farlo come se si trattasse di un ‘sito di microblogging’, quando cioè Twitter dava soltanto la possibilità di scrivere messaggi da 140 caratteri. Poi sono arrivati i link, le foto, i ‘direct message’ fino ad arrivare ai tool embeddati come Vine, i video nativi  e Periscope. Niente di tutto ciò sembra interessare il pubblico italiano, che solo nel 35% dei casi aggiunge al tweet un link a una fonte esterna.

La fascia oraria in cui si scrive di più è quella serale dalle 21 alle 23, effetto delle attività di second screen, seguita dalle ore post pranzo, dalle 14 alle 16. A riconferma di ciò, l’uso degli hashtag, che vede il 33% che ha oggetto show televisivi, il 19% temi politici, il 13% fatti di attualità di altro tipo, un altro 13% eventi sportivi e il 4% star della musica.      

Vocabolario di Twitter
Follower: è un utente di Twitter che decide di seguire il tuo account e i tuoi aggiornamenti.
Following: letteralmente significa “stare seguendo”. Si tratta quindi di un utente che hai deciso di seguire e del quale non vuoi perderti neanche un tweet
Hashtag: indica una parola chiave o un argomento da porre in rilievo ed è indicato dal simbolo # (cancelletto). Tramite esso si può scoprire cosa si sta dicendo circa un determinato argomento
Liste: permettono di organizzare gli account seguiti, in modo da raggruppare gli utenti all’interno di un settore specifico (una lista specifica).
È possibile creare o seguire liste già esistenti cliccando sulla voce “Account” e selezionando “Liste” del menu a tendina
Messaggio Diretto (DM): conosciuto anche con l’abbreviazione DM, è un messaggio privato, che solo il mittente ed il destinatario possono visualizzare.
Retweet (RT): comunemente abbreviato come RT, consiste nel ripubblicare il tweet di un altro utente. Il RT può essere effettuato principalmente in due modi:
automaticamente, cliccando sul bottone “Retweet” in corrispondenza al messaggio che vuoi riproporre; manualmente, copiando il messaggio di tuo interesse ed anteponendo le lettere “RT”.

Trending Topic (TT): le tendenze corrispondono agli argomenti più caldi di Twitter in un dato momento e in un dato Paese; sono 10 voci ed appaiono in un box nella colonna sinistra di ogni profilo e si basano su una serie di caratteristiche, tra cui la quantità di interazioni ricevute. Cliccando su queste parole, si possono vedere tutti i messaggi postati sul tema dagli utenti di Twitter.
Le tendenze o trend possono essere hashtag, parole, nomi propri, personaggi famosi, fatti di attualità, eventi ecc.

Timeline (TL): è lo strumento principale di Twitter. Consiste nel feed in tempo reale di tutti i tweet degli utenti che hai deciso di seguire.

Tweet: il messaggio da condividere, letteralmente “cinguettio”. Può essere lungo al massimo 140 caratteri e può includere link, hashtag, nomi utente, foto, video ecc

Come si può interagire con un tweet?

RT: è la semplice condivisione del tweet sul proprio diario, rendendolo visibile a tutti i vostri follower;
Cita Tweet: è quando volete accompagnare il retweet con un vostro commento, idea o opinione;
Rispondi: potete partecipare alla discussione rispondendo direttamente al tweet;
Mi Piace: un cuoricino rosso. Ha anche la funzione di segnalibro: nella sezione “Mi piace” del vostro profilo trovate tutti i tweet “che vi sono piaciuti”.

Guida all’uso

Impostazioni e privacy: una volta creato il vostro account, caricata la foto profilo e la foto copertina precedete con le Impostazioni. Dalla timeline, cliccate sulla vostra foto profilo in alto a destra e selezionate Impostazioni.

Scrivere la bio: Non lasciatela vuota perché il vostro profilo potrebbe apparire come fake. Dite chi siete e cosa fate e cercate di dirlo in modo creativo e comprensibile, positivo e intrigante. Usate hashtag, mentions se lavorate per una azienda o organizzazione presente su Twitter, inserite il link al vostro sito web. Le stesse regole valgono per aziende e attività: presentate la vostra attività, descrivete la vostra mission e i vostri prodotti con un pizzico di creatività.

I 140 caratteri: su Twitter non è consentito scrivere oltre i 140 caratteri. Per alcuni rappresenta un limite, per altri stimola la creatività e la capacità di sintesi. Pur seguendo questa regola, occorre rimanere anche comprensibili: non si può guadagnare spazio con le abbreviazioni tipiche dei teenager (“k” al posto di “ch”, “sn” al posto di sono) soprattutto se state gestendo il profilo di una azienda.

Non perdete l’articolo della prossima settimana, parleremo ancora di Twitter, tra hastag e strategie di social media marketing!

Se ti è piaciuto questo articolo ti potrebbe anche interessare:

Master in Web Marketing e Social Media Marketing
Corso di Web Marketing
Corso di Social Media Marketing
Corso di Blogging
Corso di SEO

Info
cell.3201877420
Email: iformazione2011@gmail.com

1 commento

  1. Articolo molto interessante. È da poco che sono iscritta a Twitter e ora ho capito bene come funziona.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 4 =