Consigli per Parlare in pubblico

E’ inutile dire ma credo che sia abbastanza chiaro per tutti che la comunicazione, in questo momento epocale, ha assunto estrema importanza nella vita di tutti i giorni. 

Eppure, seppure siamo piuttosto esperti di tecnologia o se vogliamo, di comunicazione tecnologica, sappiamo davvero comunicare?

Perché spesso ci si dimentica che alla base della comunicazione ci siamo noi! Comunicare ha a che fare, prima di tutto, con qualcosa che ci abita dentro e non con il mezzo attraverso il quale ci esprimiamo.

Ad esempio: sappiamo parlare? Sappiamo esprimerci correttamente davanti ad un pubblico?

Siamo in grado di comunicare davvero quello che proviamo ad un amico?

La grande diffusione dei mezzi di comunicazione, paradossalmente, ha reso più misere le nostre capacità di comunicazione. Ma possiamo reimparare a parlare sia in pubblico che in privato con qualche suggerimento.

Prima di tutto devi essere convinto di quello che stai per affermare. Ci devi credere e devi avere il concetto ben chiaro in testa. Se sei confuso o poco convinto, sarai un comunicatore poco efficace.

Questo non vuol dire assumere atteggiamenti arroganti per simulare sicurezza. No! La convinzione si esprime evitando di utilizzare formule come “mi sembra che”, o “Ma forse”, “Può darsi che” …

Se ti esprimi con frasi di questo tipo, vuol dire che non sei certo di quello che dici e questo influirà sulla tua forza comunicativa.

Perché qualcuno dovrebbe ascoltare qualcosa in cui nemmeno tu credi?

Molto importante è guardare negli occhi l’interlocutore! Se sei con un amico è anche un gesto di buona educazione. Ma anche di fronte ad un pubblico, dovrai scegliere alcune persone nel pubblico da guardare direttamente negli occhi!

Non è bello né credibile vedere un oratore con lo sguardo che fissa il pavimento, o che vaga con lo sguardo intorno senza mai guardare in faccia il suo pubblico. Il tuo sguardo è una sorta di amplificatore della tua voce.

Questo atteggiamento aumenterà anche la tua autostima, ed essa deve assolutamente crescere. A questo proposito puoi leggere un articolo specifico sull’autostima che abbiamo proposto in passato.

Fatti dei complimenti, non sei perfetto ma ricordati anche dei successi che hai raggiunto. Ammirati, senza mai eccedere e finire nell’arroganza.

Quando dovrai parlare in pubblico, preparati!

Non c’è nulla di meglio di una sana preparazione. Proprio come gli atleti si allenano alle loro prestazioni, così tu dovrai allenarti per diventare un oratore efficace.

Pianifica il tuo discorso. Esercitati.

Cerca di coinvolgere il pubblico. Tieni sempre sotto controllo il tuo linguaggio del corpo. Orienta il tuo discorso scegliendo termini e concetti positivi. Vinci l’ansia. Registra i tuoi discorsi in pubblico e riascoltali. Capirai dove migliorare!

Può esserti utile arrivare nel luogo dove parlerai in pubblico con qualche ora di anticipo. Osserva bene l’ambiente, prendi confidenza con il microfono e con tutto quello che dovrai usare. Conoscere aiuta a spezzare l’ansia.

Visualizza il successo che otterrai con il tuo discorso!

Immaginati già alla fine del discorso, con gli applausi e la gioia del pubblico. Questo sforzo di fantasia ti aiuterà a migliorare la sicurezza in te stesso.

Se stai preparando un discorso per il pubblico, informati su di loro! Cerca di capire o di scoprire che tipo di conoscenze hanno a proposito dell’argomento su cui parlerai. Ma cerca anche di capire se gradiranno dell’ironia, su che campi è più utile fare degli esempi, ed anche conoscere le loro idee politiche può esserti d’aiuto.

L’ansia in gran parte è una paura dell’ignoto. Se conosci il tuo pubblico, conosci perfettamente il tuo discorso e conosci l’ambiente in cui parlerai, di ignoto rimane veramente poco!

A proposito del linguaggio del corpo, devi controllarlo bene perché deve esprimere sicurezza. Rimani in posizione eretta, non ti incurvare. Le mani hanno un loro posto dove stare, trovalo e lasciale lì.

Viso e corpo devono essere rilassati. Lo sguardo, come abbiamo già detto, deve puntare al pubblico e non al pavimento. Non ti muovere troppo ma non rimanere nemmeno rigido come un pezzo di ghiaccio.

Stiamo dando per scontato che dell’argomento di cui parlerai sei un vero esperto. Perché così deve essere! Fai ricerche, non lasciare nulla in ombra. Quando ti prepari al discorso studia davvero a fondo l’argomento.

Più ne sai e meglio è. Anche se non riferirai molte cose nel discorso, tutto il resto ti servirà a farti sentire sicuro: sapere di avere grande padronanza dell’argomento è una potentissima arma contro l’ansia.

Il volume della tua voce deve essere giusto.

Non può essere troppo basso perché potresti non essere udito da tutti e daresti un’immagine di te piuttosto timida e poco efficace.

D’altro canto non puoi nemmeno strillare e renderti insopportabilmente fastidioso al tuo pubblico. Parlare al giusto volume ti aiuterà anche a sentirti più sicuro.

Migliora il tuo lessico.

Leggi più che puoi e impara a fondo la tua lingua. Più vocaboli conosci e meglio è. Non devi sfoggiare vocaboli troppo pesanti o ricercati nel tuo discorso, ma avere più termini a disposizione ti aiuterà molto.

Se non stai parlando con gli amici, evita di usare troppe espressioni gergali. Il loro uso dipende dall’occasione, come ovvio, ma le espressioni gergali possono funzionare solo con gli amici.

Le pause! Ricordati che non devi fare un discorso in apnea! Prenditi le pause all’interno del tuo argomentare. A volte sono la parte più espressiva di tutto il discorso.

Se usi tanti “uhm” ed “ehm”, non ti preoccupare! Puoi certamente migliorare togliendone un po’, ma non devi vederli come dei momenti di debolezza.

Come detto a proposito del linguaggio del corpo, anche il gesticolare con le mani può essere un elemento di disturbo se diventa troppo evidente. Controlla anche questo.

Ricordati che la sintesi è un dono.

Non serve che tu faccia dieci esempi per spiegare qualcosa: ne basta uno, ben fatto. Seleziona le migliori cose da dire, per il pubblico che ti aspetta, e per il valore evocativo che hanno. Non ripetere i concetti mille volte.

Esponi chiaramente, dando struttura al tuo discorso, facendo esempi concreti e vicini al pubblico, senza mai abbandonarti a sproloqui.

In ultimo ricordati che il pubblico è lì per ascoltarti e tifa per te! Non vuole partecipare a nulla di imbarazzante, vuole ascoltare il tuo argomento e spera che tu riesca a farlo nel migliore dei modi.

Se sbagli qualche parola non è un disastro e non devi nemmeno scusarti, anche il pubblico sa che può capitare all’interno di un discorso piuttosto lungo sbagliare qualche parola.

Allenati molto e cerca sempre di migliorarti, sia nei discorsi pubblici che nelle conversazioni private e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + 14 =