Single-felice-3-errori-da-evitare

Durante il corso della propria esistenza, possono capitare dei periodi più o meno lunghi in cui si vive da single. Per alcuni può essere una libera scelta mentre per altri a causa della fine di una relazione, un abbandono, una separazione, un lutto o un’amore non corrisposto, ci si sono ritrovati loro malgrado. A seconda di come si vive la propria “singletudine” può essere un’esperienza piacevole oppure dolorosa.

Se si evitano idealizzazioni di amori perfetti, giudizi sulla propria condizione, paragoni con con le coppie innamorate, stare da soli può essere un ottima opportunità di incontro con il proprio Sé e di crescita personale. Premesso ciò, come si fa ad essere single e felici?

Non esistono delle regole in questo senso, ma potrebbe essere utile adottare alcuni accorgimenti. Scopriamoli insieme.

Errori da evitare:

1. Rimuginare sul passato

  • “Ho fatto tanto per lei e adesso mi ha lasciato solo come un cane.”
  • “Se non l’avessi tradita forse staremo ancora insieme.”
  • “In passato ho pensato solo a me stessa, ora a quest’eta è difficile trovare l’amore”

Probabilmente ti è capitato di pensare qualcosa del genere. Infatti, molto spesso, si attribuisce la causa della situazione ad errori, veri o presunti, commessi in passato. Ora come ben sai il passato non si può modificare, quindi è completamente inutile cercare di intervenire per riparare l’irreparabile; ma al di là di questo, sei sicuro di aver commesso veramente degli errori? E se quel comportamento “sbagliato”, se quel tradimento, se quell’abbandono l’avessi inconsciamente provocato tu stesso per scoprire nuovi modi di essere, di vivere e di amare, più consoni alla tua personalità?

Non è importante darsi una risposta, ma è importante prendere consapevolezza del fatto che tutti gli eventi del passato, sono funzionali per la propria evoluzione e autorealizzazione. Se ti fossi comportato/a in maniera diversa non saresti stata/o veramente tu! Focalizza l’attenzione su ciò che accade adesso, sui tuoi talenti, le tue passioni e i tuoi piaceri.

2. Stare in solitudine per paura di soffrire di nuovo.

A volte si resta single per la paura di rimettersi in gioco e per non rischiare prendere un’altra “batosta”. Idealizzando la condizione da single libero e  autonomo, non intraprendendo una nuova relazione nascondendosi dietro alla conclusione che “Tanto sono tutti/e uguali” rischi di inaridirti e di soffrire ancora di più. Prenditi il tuo tempo, le cose cambiamo continuamente e siamo tutti diversi; se un amore è stato doloroso in passsato ciò non signififica che anche il prossimo lo sia… Avendo adesso un bagaglio di esperienze maggiore, quando sarà il momento potrai amare di nuovo, ma con una diversa consapevolezza!

3. Idealizzare, fare paragoni, giudicare.

Essere single è una situazione come un altra e non bisogna né da farsene un vanto né tantomeno vergognarsene. Sono le convinzioni, i paragoni e i  giudizi che in realtà fanno soffrire, non la “singletudine” di per sé! Certo se fai continui paragoni con gli amici che stanno in coppia, se giudichi la tua situazione come fallimentare, se pensi che starai bene solo quando troverai l’amore è quasi inevitabile che soffrirai, ma ciò è causato esclusivamente dal bagno nella palude tuoi pensieri tossici. Forse adesso sei single perché nel profondo desideri libertà, magari non è ancora il momento di vivere una storia d’amore, oppure momentaneamente preferisci vivere solo relazioni occasionali. Non puoi saperlo, ma se ti trovi in questa situazione, forse è perché in buona parte lo desideri anche tu, e non c’è nulla di male in tutto ciò… se ti concedi la possibilità di vivere secondo la tua natura, allora l’amore potrà sgorgare spontaneamente dentro di te, non solo per un altra persona ma anche per la vita!

Cosa fare:

1. Riscopri il tuo nucleo

Stare da soli offre anche tante opportunità che in coppia è difficile avere. Hai più tempo e più spazio per fare ciò che ti fa star bene, senza essere vincolato. Puoi sfruttarlo per coltivare i tuoi interessi e le tue passioni, avendo la possibilità di vivere la vita che più desideri in totale libertà. Inoltre essere single, rispetto alla coppia, può aiutarti a metterti in sintonia con la tua parte più profonda: quel luogo dentro di te in cui hai tutto ciò di cui hai bisogno per essere felice e in cui scopri il capolavoro che coincide con il tuo essere unico e speciale! Facendo amicizia con se stessi, si acquista maggior fiducia e sicurezza che ti saranno utili, non solo, per vivere sereno, ma in futuro anche per vivere relazioni più appaganti, senza bisogno di dipendere dal partner.

2. Coltiva relazioni e interessi.

A volte può capitare che dopo una lunga relazione simbiotica si rimanga svuotati, privi di interessi e amicizie. In questi casi può essere utile coltivare nuovi interessi e costruirsi una rete di relazioni. Puoi iscriverti a un corso, andare in palestra, dedicarti ad una attività che adori, mostrandoti disponile e aperto a nuovi incontri e nuove passioni. In questo modo avrai la possibilità di conoscere altre persone, allargare il tuo sguardo sulle cose prendendo coscienza del fatto che oltre ai tuoi soliti pensieri, nel mondo c’è tanto altro di bello e piacevole! Attenzione però a non far diventare la vita sociale solo un mezzo per trovare un partner, perché potrebbe diventare una ricerca frustrante. Conosci altre persone, cambia prospettiva sulle cose, dedicati a ciò che ti piace.

3. Stai nel presente

Per alcuni single il rimpianto del passato o l’ansia del futuro migliore che verrà, può essere motivo scatenante di disagio e frustrazione. Come già accennavo in precedenza anche in questo caso ciò che fa soffrire è il giudizio su come è stata e come dovrebbe essere la vita. Eliminando convinzioni, spiegazioni e concentrandosi sul presente puoi prendere atto del fatto che intorno e dentro di te la vita si manifesta incessantemente in tutte le sue forme: un idea venuta all’improvviso, un bambino che gioca col gatto, l’odore del caffé la mattina, uno scambio di sguardi e sorrisi alla fermata del bus… A cosa ti serve sapere questo? Ti serve per capire che oltre alle tue illusioni c’è molto altro da vivere, che in fondo non ti manca nulla e vai bene cosi come sei, che l’amore si svela a chi ha gli occhi per guardarlo e per viverlo! Non c’è bisogno di fare tanti sforzi, ma di stare nelle cose così come sono. Allora avrai nuovi occhi, potrai viverti le meraviglie della vita e quando sarà il momento… dell’amore!

“Imparai che essere amati non è niente, mentre amare è tutto,
e sempre più mi parve di capireciò che da valore e piacere alla nostra esistenza
non è altro che la nostra capacità di sentire.”
Herman Hesse

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due − 1 =